Recensione vini

Pietregiovani, Primitivo 2018, Puglia IGP

Per la serie #iorestoacasa e ormai mi dimentico anche di fare la foto:

 

Pietregiovani, Primitivo 2018, Puglia IGP

 

Questo è uno di quei vini che definisco “gustosi”.

Lo versi, bevi e poi riversi ancora.

In un attimo è finito, e a bere ero da sola.

Quindi, se volete condividerlo con qualcuno a cena, la regola è: almeno due bottiglie.

Un rubino intenso, scuro.

Ti vengono incontro la spezia e l’amarena. La macchia mediterranea.

Un sorso corposo che sa di cioccolata e radici.

Un sentore di tabacco ad arricchire questo frutto succoso, giovane e fresco, aspro e dolce. Insieme.

Un equilibrio incredibile tra calore e freschezza.

È un vino che dialoga con eleganza.

È austero e nello stesso tempo amichevole.

Pieno. Con un finale appuntito e sapido, che ti dà la voglia di bere ancora.

Un ritorno amarognolo e piacevole di orzo tostato.

Mentre ne scrivo, mi vien voglia di aprirne un’altra bottiglia.

Assolutamente da evitare, se come me, si è sulla strada dell’alcolismo!

 

 

100% Primitivo  13,5% Vol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.