Strategie di comunicazione del vino nell’era post covid: basta al “si è sempre fatto così”!

Strategia comunicazione vino

Dopo il COVID niente sarà mai più lo stesso. Questa affermazione ormai credo la si possa dare per assodata. Ma cosa vuol dire? Portando questa giusta quanto vaga affermazione a terra, la domanda è: in che modo questo cambiamento ha inciso, incide e inciderà sul settore del vino, e cosa dobbiamo fare per non ritrovarci espulsi da un sistema che sta cambiando paradigma?

Innanzitutto, bisogna prendere consapevolezza del cambiamento in atto e abbandonare l’idea limitante del “si è sempre fatto così”. Questo non vuol dire abbandonare totalmente le pratiche conosciute e consolidate, ma imparare a integrare le attività tradizionali con i nuovi strumenti.

L’imprenditore è colui in grado di innovare.

A cambiare sarà il modo di gestire l’impresa, di comunicare, di relazionarsi con il cliente e di vendere.

L’esplosione dei canali social nella comunicazione e diffusione del vino è una prova tangibile del cambiamento in atto, e se qualcuno ancora oggi punta i piedi e storce il naso verso questo mezzo e verso le nuove figure professionali che sono nate, si troverà presto a doversi ricredere… spero non troppo tardi.

L’imprenditore (e il proprietario di una cantina dovrebbe esserlo a tutti gli effetti) non può, e quindi non deve, appiattirsi su strategie precostituite e studiate da operatori legati ai vecchi tempi.

Nello stesso tempo sarebbe sbagliato aderire pedissequamente alle nuove opportunità solo perché “lo fanno tutti”. Alla base deve esserci sempre un ragionamento che integri i nuovi strumenti e i nuovi canali attraverso scelte ponderate che si basano sulla propria realtà e il proprio contesto. Niente va bene per tutti e soprattutto, devi sapere chi sei!

Come sosteneva Schumpeter (economista che ha studiato il concetto di sviluppo) “la dote più caratterizzante l’imprenditore è la capacità di innovare” a volte sorprendendo anche se stesso.

“Nulla è più pericoloso di un’idea, se è l’unica che avete”

(Émile Chartier)

Potente questa frase, vero?

Se è giusto dire che avere una strategia è basilare, i modelli strategici possono diventare dei veri e propri paraocchi, che inibiscono nuove idee e nuove iniziative, ingabbiando le azioni in schemi rigidi non modificabili.

Non esistono ricette imprenditoriali adottabili in ogni contesto, e non esiste la “via migliore”, la sola via per arrivare ad un obiettivo o uscire da un problema. Non ti affidare a chi ti propone una soluzione già confezionata, senza avere un’idea approfondita di te e della tua azienda.

Strategie di comunicazione del vino: le strategie emergenti.

E’ accertato che nella maggior parte dei casi le strategie vincenti sono quelle di tipo “emergente”, cosa vuol dire?

Vuol dire che si parte da un’idea, un’idea che nasce da ciò che la tua attività è in quel momento e dal contesto in cui si trova in quel preciso istante.

Si resta in ascolto dell’ambiente e dei suoi cambiamenti.

Si monitora l’andamento delle proprie azioni, ci si pone in modo flessibile rispetto al piano iniziale. Questo vuol dire essere pronti a modificare il piano in base alle opportunità e agli ostacoli incontrati durante il cammino.

Sì, hai capito bene: non puoi mettere giù una strategia una volta per tutte.

Strategie di comunicazione del vino

Una strategia efficace è la combinazione tra un approccio analitico e razionale, che ti permette di valutare le condizioni del contesto in cui operi, e un approccio “passionale” che ti induce a trovare quello di cui la tua anima ha bisogno e vuole cercare.

Quelli con i “piedi ben piantati per terra” su quest’ultimo passaggio probabilmente proveranno un brivido di terrore.

Il motivo del perché fai le cose (che non è mai il profitto in sé e per sé) , sarà la tua guida principale e la ragione del tuo successo. Conosci la tua motivazione?

Questo punto dovrebbe essere una parte fondamentale nella tua strategia di comunicazione per far conoscere la tua azienda e il tuo vino.

Resta in ascolto di cosa succede intorno a te, del cambiamento in atto e rimani sempre connesso con te stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.